Malesseri e insonnia prima di un terremoto

terremoti malesseri

 

Malesseri  e insonnia prima di un terremoto

 

Terremoti notturni: insonnia

Se un terremoto avviene in piena notte sono molte le persone che sostengono di essersi destate dal sonno da pochi minuti a qualche ora prima del terremoto, in alcuni casi non riescono a prendere il sono per tutta la notte.

 

Malesseri

Il malessere principale segnalato da molte persone prima di un terremoto è la nausea, si dice che questo  sitomo viene avvertito con un tempo  variabile che va da qualche ora  fino a 24 ore prima del sisma.

il Malessere secondario vuoto alla testa.

 

 

Malesseri secondari assocciati ai primi

In diversi casi vengono segnalati anche malesseri secondari però sempre associati ai primi 2 che  sono le crisi depressive e accelerazione del battito cardiaco.

Quello che vi abbiamo descritto sono i sintomi d aterremoto non accertati scientificamente ma in base alle testimonianze recenti e storiche dei forti terremoti italiani.

Vero o falso ?

Da una parte si potrebbe presuporre che ci possa essere qualcosa di vero perché le segnalzioni sono tutte identiche, bisogna tenere presente che anche gli animali  possono assumere dei comportamenti anomali prima di un terremoto, non solo,  ma ci sono anche diverse persone metropatiche che avvertono i sintomi dei cambiamenti climatici sopratutto con dei dolori prima che arrivi una perturbazione, quindi perché non ci possono essere persone che avvernto i  sintomi da terremoto. Se questi sintomi sono realmente correlati ai terremoti si potrebbe presuporre che siano dovuti a precursori sismici come campi elettromagnetici, campi elettrici, varizione del campo magnetico terrestre ecc.

Le statistiche dimostrano il contrario

Bisogna tenere conto anche delle statistiche, tanto per fare un esempio l’area di scuotimento sismico del terremeto in Emilia Romagna del  2012 ha intererssato circa 40 milioni di persone:  Nord Italia, parte del centro,  parte della Svizzera,  parte della Slovenia e parte dell’ Austria; (per area di scuotimento sismico si sintente l’area in cui è stato avvertito il terremoto )   quindi su 40 milioni di persone è normale che a qualsiasi ora del giorno ci sia qualcuno che abbia dei problemi fisici e quando si verifica un terremoto ci sarà sempre qualcuno che metterà in correlazione il suo melssere con il terremoto.
Durante il terremoto in Emilia di segnalazioni di questo tipo ne sono giunte a decine ma in un raggio di 250 km  me se teniamo conto che la popolazione interessata dalla scuotimento sismico era 40 milioni  il un numero delle segnalazioni è relativamente basso per essere attendibile.

 

Terremoto oggi

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *